CI E’ ARRIVATA UN’ALTRA TREMENDA NOTIZIA DAVVERO BRUTTA DAL SENEGAL.

25 ragazzi originari del Fatick, alcuni residenti nei villaggi dell’Ile de Mar, sono morti affogati nel mediterraneo durante un tentativo di raggiungere la Spagna. Non sappiamo chi sono, ma quasi certamente avevamo incontrato qualcuno di loro in una delle tante visite che facevamo nei loro villaggi. Un gruppo di questi ragazzi aveva costituito, tra i ragazzi dei Villaggi dell’Isola, una sorta di Comitato Giovanile che ci aveva chiesto qualche PC portatile: volevano utilizzarli per comunicare meglio col resto del mondo. Ragazzi intelligenti, ben consapevoli della enormità della disuguaglianza tra una vita di stenti, quando non di disperazione, dove chi sta meglio si può permettere un tetto di lamiera invece che di paglia e che vive con piena consapevolezza la grande contraddizione tra questo loro stato e le immagini della vita nel nord del mondo, quindi, di casa nostra. E pensare che qualcuno di noi ha osato parlare di “turismo” nei confronti di questo, quasi doveroso, tentativo di migliorare la propria condizione di vita…